La luminosa meteora di Branko Miljković

“Canto orfico” di Branko Miljković è una delle liriche più rappresentative della poetica del poeta serbo Branko Miljković, una delle più luminose meteore (morì tragicamente a 27 anni) della scena letteraria della Serbia.

l’epopea di un ciottolo secondo Vasko Popa

in “Nepočin polje” (in it: “Campo senza quiete”) la sua seconda raccolta di poesie del 1956, con la quale vinse il premio Zmaj, il poeta serbo Vasko Popa dedicò tre liriche al ciottolo, immaginando una sorta di epopea surrealista.

“Nota sulla poetica” di Ivan V. Lalić

Ivan V. Lalić, uno dei maggiori poeti serbi del novecento, nel corso di una vita dedicata alla poesia, nella veste di traduttore e autore, mise a fuoco una sua cifra stilistica caratterizzata da un tono umano semplice e accessibile, riferimenti a elementi naturali elementari (il sole, il vento, il cielo ecc.) in un dialogo continuo con il mondo della classicità mediterranea e con quello del Medioevo serbo e bizantino.

Il misterioso nel quotidiano a Cuba, ovvero la poesia di Fina García Marruz

Fina Garcia Marruz, moglie del poeta Cintio Vitier, figura di primo piano nella scena letteraria a Cuba, ebbe la fortuna di incontrare da giovanissima l’apprezzamento di Juan Ramon Jimenez, l’incoraggiamento di José Lezama Lima e di Maria Zambrano.

José Lezama Lima, poeta orfico e geniale poligrafo cubano

La poesia di José Lezama Lima, geniale poligrafo e figura di riferimento nella scena letteraria di Cuba degli anni ’40, appartiene alla tradizione orfica novecentesca e, nello stesso tempo, si ricollega alla tradizione del barocco ispanofono.

Eliseo Diego e il fenomeno della poesia cubana degli anni ’40

Nella poesia di Eliseo Diego sogno e memoria sono i due binari sui quali viaggia una poesia evocativa ma allo stesso tempo legata alla concretezza del vissuto e dei ricordi in un mondo trasfigurato e incantato che è al tempo stesso passato e presente.

Il “gioco” della poesia secondo Luigi Martellini (intervista esclusiva)

“La poesia non ha nulla a che vedere col mondo della comunicazione perché non ha un codice da internet, ma un codice di comunicazione diverso, del profondo, simbolico e metaforico, che è ricerca di se stesso, che fa pensare.”

L’arte della poesia secondo il cinese Bei Dao

In Arte poetica Bei Dao, il maggior poeta cinese contemporaneo, riflette sul valore della poesia nel particolare contesto del suo paese.

José Emilio Pacheco, “anti-poeta” messicano

La sua creazione letteraria consisté in una costante ri-scrittura di quanto aveva scritto lui stesso o altri prima di lui, secondo i principi estetici e i canoni del post-moderno. La lingua di Pacheco è sempre stata fedele a un principio di chiarezza e trasparenza.

Carlos Drummond de Andrade

Carlos Drummond de Andrade seppe conciliare un impiego ministeriale alla passione per la poesia. Fu un impiegato irreprensibile e anche uno dei più importanti poeti del novecento brasiliano.

« Older posts

© 2019 Il Vascello Fantasma

Theme by Anders NorenUp ↑

Il Vascello Fantasma utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire un servizio di qualità ai propri visitatori, accetta il loro utilizzo per usufruire di tutte le funzioni del sito. Ulteriori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi