Tag

poesia del novecento

“La poesia è un miele” di Clemente Rebora

Il rifiuto di ogni possibile forma di autocelebrazione è una parte essenziale della vicenda intellettuale e umana di Clemente Rebora. La sua poesia è stata lo specchio fedele dell’anima, delle sue inquietudini, delle paure e delle angosce, mai una maniera, uno stilema avulso dall’autore o un accidente puramente estetico.

“Nota sulla poetica” di Ivan V. Lalić

Ivan V. Lalić, uno dei maggiori poeti serbi del novecento, nel corso di una vita dedicata alla poesia, nella veste di traduttore e autore, mise a fuoco una sua cifra stilistica caratterizzata da un tono umano semplice e accessibile, riferimenti a elementi naturali elementari (il sole, il vento, il cielo ecc.) in un dialogo continuo con il mondo della classicità mediterranea e con quello del Medioevo serbo e bizantino.

Edward Thomas, primo poeta inglese novecentesco.

Edward Thomas, morto in guerra a trentanove anni, aveva cominciato a scrivere poesia tre anni prima grazie a un amico, il poeta americano Robert Frost, con il quale condivideva la passione per le passeggiate nella natura.

© 2021 Il Vascello Fantasma

Theme by Anders NorenUp ↑

Il Vascello Fantasma utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire un servizio di qualità ai propri visitatori, accetta il loro utilizzo per usufruire di tutte le funzioni del sito. Ulteriori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi