Tag

poesia femminile

“L’ultimo verso” di Biancamaria Frabotta

tratta da “L’albero del pane”, la raccolta di poesia della “terza fase” della poetessa romana, incentrata sulla ricerca delle proprie radici familiari e su una trasparenza dell’enunciato poetico, “L’ultimo verso” è uno dei migliori e più recenti esempi di meta-poesia. (foto di Dino Ignani)

la farfalla di Ida Vitale

La sua poesia è stata definita “esencialista”, caratterizzata dalla estrema concisione dell’enunciato. Nelle sue brevi poesie, nelle quali è possibile ravvisare echi simbolisti e surrealisti, l’ironia rappresenta una componente fondamentale.

Idea Vilariño, poetessa “notturna” dall’Uruguay

“la poesia di Idea diventa espressione intensissima del malessere contemporaneo. Si può dire che in lei l’essere contemporaneo si definisce a partire dalla sua angolazione più drammatica: il dolore di esistere, l’impossibilità di mantenere quella coerenza e quella “purezza” che implicherebbero il rifiuto stesso della vita, la perdita di ogni speranza di trascendenza metafisica o religiosa, la perdita di ogni teologia che non sia negativa” Martha Canfield

Mariagiorgia Ulbar INTERVISTA ESCLUSIVA

“La poesia nasce nella mente come immagine e si disegna con parole che sono tratti. Se la poesia è buona, l’immagine compare.”

Cecilia Meireles, a metà strada tra simbolismo e modernismo.

La sua poesia dall’architettura luminosa, priva di eccessi e dalla metrica raffinata, ci coinvolge per la sua sensibilità.

Alejandra Pizarnik, la figlia dell’insonnia

Secondogenita di emigrati di origine russo-ucraina, Alejamdra Pizarnik spese tutta la sua vita, conclusa con una overdose di barbiturici, per la poesia. La sua creazione poetica, profondamente radicata al suo vissuto, fu specchio di una visione tragica del mondo.

Ana Blandiana, una voce coraggiosa dalla Romania

Ana Blandiana, la più celebre poetessa contemporanea romena, partendo da una sensibilità femminile, ha saputo dare vita a una meditazione sulla natura e sul destino dell’uomo.

“La centrale elettrica degli dei”, le vacanze romane di Susanne Stephan

“La centrale elettrica degli dei” è una sorta di narrazione delle impressioni dell’autrice a seguito di una visita alla Centrale Montemartini di Roma e, nello stesso tempo, una riflessione sulla classicità e sul mondo contemporaneo.

“Invocazione all’Orsa maggiore” di Ingeborg Bachmann

“Invocazione all’Orsa Maggiore”, lirica che dà il titolo alla seconda e ultima raccolta di poesie della poetessa austriaca Ingeborg Bachmann, allora trentenne, ha dato vita a una serie di interpretazioni da parte di critici e studiosi.

“Inattuali” di Gilda Policastro con intervista esclusiva

In una intervista esclusiva Gilda Policastro parla della sua raccolta di poesie “Inattuali”

© 2021 Il Vascello Fantasma

Theme by Anders NorenUp ↑

Il Vascello Fantasma utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire un servizio di qualità ai propri visitatori, accetta il loro utilizzo per usufruire di tutte le funzioni del sito. Ulteriori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi